Chiama ora: 0583 40541

Volvo XC90 Con il restyling debuttano nuovi ibridi
26/02/2019

Con l'introduzione del restyling della XC90, la Volvo introdurrà in gamma tre nuove motorizzazioni mild hybrid, le B5 (benzina o diesel) e la B6 a benzina. Si tratta del primo passo del costruttore svedese verso una nuova transizione elettrica: dopo le Twin Engine con propulsori T6 e T8, la Casa intende elettrificare tutti i modelli della propria gamma con nuovi sistemi ibridi, sia mild, sia plug-in. La versione aggiornata della XC90 è già ordinabile nelle concessionarie, ma la produzione nello stabilimento di Torslanda sarà avviata il prossimo mese di maggio

Dettagli di stile. La principale modifica estetica apportata dal facelift riguarda la griglia anteriore della Suv che, insieme ad altri dettagli, contribuisce a rinnovare il look della XC90. I clienti potranno scegliere nuovi cerchi e tinte inedite per la carrozzeria, mentre all'interno dell'abitacolo non sono state apportate modifiche di carattere estetico. D'ora in poi, tuttavia, l'auto sarà ordinabile in diverse configurazioni: oltre alla sette posti e alla Excellence, con quattro sedili singoli, i clienti potranno avere la XC90 anche in versione sei posti, personalizzabile anche con un nuovo tessuto misto lana.

La gamma. Tutte le versioni della Suv saranno spinte da motori quattro cilindri con cambio automatico a otto rapporti. La gamma partirà dalla nuova XC90 B5 AWD mild hybrid 2.0 biturbodiesel da 235 CV a 4.000 giri/min e 480 Nm disponibili tra i 1.750 e i 2.250 giri/min abbinato a un'unità elettrica da 13,6 CV e 40 Nm. Con questo motore la XC90 sarà in grado di scattare da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e di raggiungere una velocità massima di 220 km/h, proponendo un consumo combinato nel ciclo Wltp variabile dai 6,6 a 7,7 l/100 km. La versione d'ingresso a benzina è la XC90 T5 AWD con motore 2.0 turbo da 250 CV a 5.500 giri/min e 350 Nm tra i 1.800 e i 4.800 giri/min: lo 0-100 km/h è completato in 7,9 secondi, la velocità massima è di 215 km/h e il consumo spazia dai 9,3 ai 10,5 l/100 km. L'altra versione non elettrificata, la T6 AWD, arriva a 310 CV a 5.700 giri/min e 400 Nm tra i 2.200 e i 5.100 giri/min, completando lo 0-100 km/h in 6,5 secondi, toccando i 230 km/h di velocità massima e consumando dai 9,8 ai 10,8 l/100 km. La top di gamma XC90 T8 Twin Engine, invece, ha un 2.0 turbobenzina (da 303 CV a 6.000 giri/min e 400 Nm tra i 2.200 e i 4.800 giri/min) abbinato a un motore elettrico da 88 CV e 240 Nm montato sull'asse posteriore e alimentato da una batteria agli ioni di litio da 11,6 kWh, per una potenza complessiva di 390 CV e 640 Nm (la Casa ha annunciato anche una variante da 420 CV, della quale non sono state ufficializzate ulteriori informazioni né l'eventuale disponibilità sulla XC90). Con l'ibrido plug-in la Suv può scattare da 0 a 100 km/h in 5,8 secondi e toccare una velocità massima di 230 km/h: l'autonomia a zero emissioni varia dai 41 ai 45 km, mentre il consumo medio dichiarato nel ciclo Wltp è compreso tra i 2,9 e i 3,4 l/100 km.

Nuove tecnologie. La XC90 ha beneficiato di tutte le tecnologie introdotte negli scorsi anni sui modelli delle Serie 60 e 90: sulla Suv sono infatti presenti il City Safety con frenata autonoma con rilevamento di pedoni, ciclisti e animali, l'Oncoming Lane Mitigation, il Cross Traffic Alert e il Blind Spot Information System. Anche il sistema di infotainment Sensus è stato aggiornato ed è ora compatibile, oltre che con Apple CarPlay, anche con Android Auto.

A tutto ibrido. Oltre alle nuove versioni B5 e B6, che saranno presto disponibili oltre che sulla XC90 anche sulla sorella minore XC60, la Volvo introdurrà nella propria gamma tre nuove motorizzazioni elettrificate d'ingresso gamma. Sulla Suv della Serie 60 arriverà anche il mild hybrid B4, mentre sulla XC40 arriveranno i nuovi motori ibridi plug-in a benzina T4 Twin Engine e T5 Twin Engine. Per il momento, tuttavia, la Casa non ha diramato le specifiche tecniche di questi propulsori.

Twin Engine aggiornati per tutte. La Volvo ha aggiornato anche le motorizzazioni T6 Twin Engine e T8 Twin Engine. Su entrambe le versioni le batterie sono state modificate per consentire un'autonomia elettrica superiore del 15% rispetto ai modelli uscenti: la variante più performante, la T8, è stata ulteriormente potenziata e ora raggiunge i 420 CV. Un nuovo sistema brake-by-wire, montato di serie su tutte le plug-in, consente di ricaricare con maggiore efficienza le batterie recuperando energia nelle fasi di frenata. I nuovi propulsori T6 Twin Engine verranno montati sulle V60 e S60, mentre i T8 Twin Engine saranno disponibili su tutti i modelli della Serie 90 (XC90, V90 e S90) e della Serie 60 (XC60, V60 e S60).

CHIEDI PIÙ INFORMAZIONI SU QUESTA NEWS
Inviaci i tuoi dati e un messaggio, ti ricontatteremo il prima possibile e ti terremo aggiornato su news similari

COMPILA I DATI CON: