Chiama ora: 0583 40541







Freno motore: cos’è e come funziona

Quando è utile usarlo e quando no, come funziona sull’auto, in moto e sui mezzi pesanti. Tutte le informazioni sul freno motore e sui suoi effetti sulla frizione.

 

Cos’è il freno motore, a cosa serve e come si usa? Vediamo se è vero che danneggia la frizione e quanto è utile nel preservare le pasticche dei freni dall’usura.

Freno motore: cos’è

 

L’espressione freno motore è utilizzata per indicare l’azione di rallentamento del veicolo (auto o moto) indotta scalando i rapporti del cambio.

 

Come si usa il freno motore?

Semplicemente passando da una marcia più alta a una più bassa.

 

Come funziona il freno motore?

Quando scali di marcia, passando da una più alta a una più bassa, il regime di rotazione del motore induce un rallentamento del veicolo. Ecco perché si parla di freno motore, è il motore a indurre una fase frenante. Il freno motore agisce sulle ruote motrici.

 

A cosa serve?

Il freno motore torna utile in molte circostante. Per esempio, in caso di frenate improvvise può aiutare i freni meccanici nell’arresto del veicolo. Durante la guida convenzionale, il freno motore può essere utile nelle lunghe discese, per controllare e  mantenere costante la velocità del veicolo senza abusare dell’impianto frenante.

Freno motore: danneggia la frizione?

 

No. La frizione viene sollecitata solo al momento della variazione del rapporto (quindi quando cambi la marcia e schiacci e rilasci il pedale della frizione) e non durante la marcia. Detto questo, è chiaro che il freno motore non porta a una prematura usura della frizione dato che il gioco meccanico di questo componente si avverte solo durante la cambiata di marcia.

 

I vantaggi del freno motore sono legati non solo a una migliore gestione del veicolo, ma anche a una migliore tenuta delle pasticche dei freni e dei dischi.

 

Nelle discese impegnative e ripide, l’uso continuo del freno meccanico andrebbe a surriscaldare l’intero impianto frenante portando a una prematura sostituzione dei dischi freni e delle pastiglie. Ciò potrebbe causare la deformazione dei dischi e una notevole usura delle pasticche. Usando il freno motore si va a preservare l’impianto frenante senza danneggiare la frizione.

Freno motore moto: come funziona

 

Perché la moto rallenta quando si scala di marcia? Perché la velocità del veicolo è superiore a quella che riuscirebbe a erogare il motore con la determinata marcia che hai inserito scalando.

 

Questo concetto è molto importante quando si è in sella a una moto di elevata cilindrata dove è l’elettronica a regolare il tutto. Sulle nuove moto, spesso, non basta scalare di una sola marcia per ottenere l’effetto del freno motore desiderato.

 

Ricorda: il freno motore moto è legato alla ruota posteriore (la ruota trainante).

 

A seconda del veicolo e dei dispositivi elettronici, una moto può essere più o meno in grado di sfruttare il freno motore. Su una vecchia moto a carburatore, si può avere un rallentamento della moto anche scalando di una singola marcia.

 

Nelle nuove moto, tutto dipende dalla regolazione del minimo dei giri: le nuove moto sono studiate per offrire una guida più fluida, per questo, pretendere di rallentare la moto usando solo il freno motore diventa difficile.

 

Sulle nuove moto, si può ottenere un sensibile rallentamento della moto sfruttando il freno motore in questo modo: chiudendo il gas e scalando di una o due marce (a seconda del veicolo che stai guidando).

 

Alcuni biker prima di entrare in curva tendono a scalare di marcia proprio per sfruttare l’effetto di rallentamento legato al freno motore moto. Ricordiamo che il freno motore della moto causa un rallentamento selettivo alla ruota posteriore, quindi il motociclista non sentirà alcuna spinta in avanti, come si percepisce pinzando con il freno meccanico anteriore.

Freno motore sui mezzi pesanti

 

Se con il termine “freno motore” intendiamo l’azione dell’uso della frizione per rallentare l’auto, sui mezzi pesanti come autobus e camion, il freno motore è un vero e proprio componente.

 

In questo contesto, il freno motore è costituito da una valvola a farfalla che, se azionata, chiude parzialmente il condotto di scarico e contestualmente si arresta l’iniezione del carburante. Nei mezzi pesanti, il freno motore è quella componente che consente una duplice azione frenante: da un lato la classica azione frenante meccanica e dall’altro, è la stessa fase di scarico del motore a portare un rallentamento del veicolo. Il freno motore nei mezzi pesanti viene usato principalmente nelle lunghe discese, per non surriscaldare l’impianto di frenatura. L’effetto e il funzionamento sono gli stessi spiegati in precedenza, solo che sui mezzi pesanti sono legati alla presenza di una valvola e non solo all’azione della frizione.



HAI DOMANDE DA FARCI? INVIA UNA RICHIESTA
COMPILA I DATI CON: